Auguri a padre Franco Moscone, dai Chierici Regolari di Somasca ad Arcivescovo di Manfredonia-Vieste-San Giovanni Rotondo

Con grande gioia la nostra Associazione saluta la nomina, da parte di Papa Francesco, di padre Franco Moscone – finora preposito generale dei Chierici Regolari di Somasca – ad Arcivescovo di Manfredonia-Vieste-San Giovanni Rotondo. Un persona a noi cara eletta a guidare una comunità importante, un compito per il quale inviamo i più fervidi auguri a padre Moscone oltre a rallegrarci con lui.

Padre Franco è nato ad Alba, in provincia di Cuneo, il 10 dicembre 1957. Entrato dopo la maturità nel Seminario della Provincia Ligure-Piemontese dei Chierici Regolari di Somasca, ha svolto il probandato nella Casa di San Mauro Torinese, il noviziato a Somasca, l’anno di magistero nella Comunità del Colegio San Fermín di Caldas de Reis (Spagna) e il post-noviziato a Roma, nella Casa di Sant’Alessio all’Aventino. Ha compiuto gli studi teologici a Roma, presso l’Ateneo Sant’Anselmo, conseguendovi il Baccalaureato. Ha emesso la professione perpetua il 26 settembre 1982 ed è stato ordinato presbitero il 16 giugno 1984 ad Alba. Nel 1983 è stato animatore dei Seminaristi a San Mauro Torinese. Nel 1991 ha ottenuto la Laurea in Lettere presso l’Università degli Studi di Torino. Nel 1995 è stato inviato a Toruń, in Polonia, per avviare la fondazione in quella Nazione. Il 1° settembre 1995 è divenuto superiore della Casa di Toruń, confermato nel 1996 e nel 1999, nonché delegato provinciale della Polonia, carica confermata nel 1998. Nel 2000 è stato nominato superiore della Comunità del Collegio Emiliani di Genova-Nervi, confermato nel 2002. Nel 2002 è stato eletto vicario provinciale della Provincia Ligure-Piemontese. Nel 2005 è stato eletto vicario generale e primo consigliere. Nel 2008 è stato eletto preposito generale della Congregazione, rieletto nel 2011 e nel 2017.

Un percorso di fede e di apostolato ricco e vario, con alcune importanti visite anche nella nostra Velletri e la parrocchia di San Martino. Nella foto infatti ricordiamo un pranzo della nostra Associazione, era il 20 febbraio 2008 e come ogni anno ricordavamo la scomparsa del caro padre Italo Laracca (14 febbraio 1997), durante il quale i soci Luigi Bartelli e Bruno Pallotti, insieme al presidente Giorgio Maggiore,  consegnarono a padre Moscone alcune pubblicazioni sulla storia della città da loro stessi realizzate.

Buon lavoro padre Moscone, da qui la sosterremo con la preghiera!

Padre Italo Laracca, il ricordo di “Padre Curato” a 20 anni dalla scomparsa con inedite testimonianze video

Incontro pubblico giovedì 9 febbraio in Sala Tersicore nel Palazzo Comunale e Santa Messa a San Martino domenica 12

L’Associazione “Padre Italo Laracca” (www.associazionelaracca.it) ha organizzato un doppio appuntamento per ricordare i venti anni della scomparsa di “Padre Curato”, avvenuta il 14 febbraio del 1997.

Innanzitutto si terrà un incontro pubblico giovedì 9 febbraio, a partire dalle ore 17, nella Sala Tersicore del Palazzo Comunale. Sarà un momento di ricordo condiviso che vedrà protagoniste delle inediti immagini video, corredate da interviste originali, che guideranno i presenti alla scoperta dell’uomo, del sacerdote e del benefattore. Un approfondimento dovuto, che mira a diventare – una volta reso definitivo – un tassello fondamentale della memoria collettiva veliterna. All’incontro interverrà il Vescovo della Diocesi di Velletri-Segni S.E. Mons. Vincenzo Apicella e, con i propri ricordi personali e alcune riflessioni, l’avvocato Renato Mammucari e la giovane professoressa Barbara Martella. Figure diverse e di generazioni lontane queste ultime, entrambe però affascinate dalla figura carismatica di “Padre Curato”. L’Associazione spera in una partecipazione numerosa della cittadinanza, chiamata a ricordare e onorare la memoria di un personaggio illustre, cittadino onorario di Velletri, medaglia di bronzo al valor militare oltre ad essere stato insignito della Croce pro Ecclesia et Pontifice e, dal Presidente della Repubblica Giovanni Leone, dei titoli di Commendatore e Grande Ufficiale della Repubblica.

La parte più intima e strettamente religiosa delle commemorazioni si terrà invece a San Martino, la parrocchia dove Padre Italo Laracca visse quasi totalmente la sua esperienza umana e sacerdotale, in buona parte insieme al fratello Luigi scomparso prematuramente negli anni Settanta. Proprio nella chiesa dei Padri Somaschi l’Associazione “Padre Italo Laracca” si riunirà domenica 12 febbraio per assistere alla Santa Messa officiata dal Vescovo Apicella, in occasione della festa di San Girolamo Emiliani ispiratore dell’opera della Congregazione Somasca. Come ogni anno l’appuntamento sarà anche il momento, del rinnovo del Tesseramento dell’Associazione e del successivo pranzo sociale, che si terrà nel ristorante “Casale della Regina”.

Rimesso a nuovo il busto di padre Luigi Laracca in contrada Le Corti

L’associazione, tramite un suo generoso socio, ha rimesso a nuovo, ripulendolo e sistemando lo spazio circostante, il busto di padre Luigi Laracca – fratello di padre Italo – situato in contrada Le Corti, nei pressi dell’omonimo fontanile.

L’intervento si è reso necessario per ricordare degnamente chi dell’apostolato in campagna aveva fatto una ragione di vita, quel padre Luigi conosciuto da tutti e simbolo di bontà. Dopo l’annessione del territorio della campagna alla parrocchia di San Martino fu proprio lui, con il fratello Italo come parroco, a occuparsi in particolare di chi viveva fuori dalla città. Un impegno che lo coinvolse e lo consumò brevemente, ma che nessuno vuole dimenticare.

Alla sua morte, avvenuta nel 1978, i parrocchiani decisero di ricordarlo con un busto marmoreo a futura memoria dell’impegno suo e dei padri Somaschi per i veliterni, nella preghiera come nelle necessità quotidiane.



Archives by Month:


Archives by Subject:


Archives by Year:

  • 2018
  • 2017
  • 2016
  • 2015
  • 2014