L’Associazione “Padre Italo Laracca” ricorda commossa il grande esempio lasciato dal prof. Renato Mastrostefano

Una perdita enorme per la famiglia, per la Banca Popolare del Lazio e per la città

L’improvvisa scomparsa di Renato Mastrostefano ha lasciato sbigottita la città di Velletri, anche per questo l’associazione “Padre Italo Laracca” vuole ricordare con commozione e tristezza il grande esempio lasciato da un personaggio di tale caratura. A cominciare da quella vicinanza, quella fraternità, che da sempre esprimeva una figura così importante e carismatica che, però, quando si incontrava con l’associazione era soprattutto “Renato”, senza titoli o onorificenze. Riconoscimenti che pure aveva e meritava, ma che nel ricordo di padre Italo Laracca e della Velletri di un tempo, diventavano secondari. Onorificenze che l’associazione aveva tentato di tributargli, prima con il riconoscimento di “socio onorario” e poi, poco più di un anno fa, con la consegna del “Munificence and solidarity for Social Events”. Il 7 aprile 2016 infatti l’associazione aveva convocato cittadini e istituzioni nella Sala Tersicore del Palazzo Comunale, per la consegna di un attestato di benemerenza verso una delle figure più importanti che la comunità ha potuto vantare fino a pochi giorni fa, protagonista negli anni di una costante e amplissima attenzione verso il sociale e la cultura, con un sostegno sempre fattivo, anche nei momenti di difficoltà generale. Quel giorno Renato Mastrostefano ricevette alcuni degli onori che meritava e che merita ancor più oggi, per una condotta di vita umana e professionale senza eguali. Inutile qui enumerare i meriti che andrebbero attribuiti al papà e al manager, non basterebbero le pagine di un giornale per enumerare le iniziative o le realtà associative che hanno beneficiato della sua benevolenza, del suo amore per la città, e per le quali ora arriva il momento di dimostrare di aver recepito anche il perché di quel sostegno. Di certo la cultura e il sociale di Velletri da oggi saranno in parte orfani di un padre tanto rispettoso quanto generoso. L’associazione, presente con tutto il Consiglio Direttivo alle esequie di domenica 24 aprile, cercherà anche in futuro di fare tesoro dell’amore per la città di Velletri che il prof. Mastrostefano, per noi “l’amico Renato”, ha messo nella sua esperienza terrena di padre e di presidente della Banca Popolare del Lazio.

Grazie Renato!

Al Presidente della Banca Popolare del Lazio prof. Renato Mastrostefano il riconoscimento per la beneficienza e l’impegno per la città di Velletri

“Munificence and solidarity for Social Events”, questo il simbolo consegnato dall’Associazione “P. Italo Laracca”

L’associazione “Padre Italo Laracca” opera ormai da 18 anni a Velletri e, tra le altre iniziative, si è fatta promotrice di tre edizioni dell’Albo d’Oro della città di Velletri, un’iniziativa per premiare e individuare le figure di concittadini che si sono saputi distinguere nella loro professione e nella loro vita, affinché fossero anche di esempio per le nuove generazioni. La voglia di raccontare i grandi personaggi che hanno fatto e fanno ancora il bene della città di Velletri ha portato l’associazione ad organizzare un singolo evento dedicato al Presidente della Banca Popolare del Lazio prof. Renato Mastrostefano, che giovedì 7 aprile nella Sala Tersicore del Palazzo Comunale ha ricevuto il riconoscimento “Munificence and solidarity for Social Events” dalle mani del consiglio direttivo dell’associazione stessa. Una sorta di attestato di benemerenza verso una delle figure più importanti che la comunità può vantare, protagonista negli anni di una costante e amplissima attenzione verso il sociale e la cultura, con un sostegno sempre fattivo, anche nei momenti di difficoltà generale.

La cerimonia è stata introdotta da Fabio Ciarla, neopresidente del sodalizio intitolato alla figura di un altro benefattore di Velletri come padre Laracca, e poi guidata dal presidente emerito Giorgio Maggiore in un programma arricchito dagli interventi del Maestro Fabio Ludovisi al pianoforte e con le testimonianze del sindaco di Velletri Fausto Servadio e del suo omologo larianese Maurizio Caliciotti. Un intervento molto sentito è arrivato anche dal direttore generale della BPLazio Marcello Lucidi, mentre si è sentita palpabile e profonda anche la commozione del diretto interessato, il prof. Mastrostefano ha infatti voluto salutare e ringraziare a sua volta tutti i presenti per il riconoscimento ricevuto.

Durante la serata l’associazione “Padre Italo Laracca” ha presentato anche la ristampa del volume “Raccolta di soprannomi e stornelli velletrani” di Italo e Luigi Laracca, entrambi sacerdoti dell’ordine dei Padri Somaschi e impegnati a Velletri.  Questa nuova versione del libro è stata arricchita da alcuni saggi di Mario Lozzi, che è anche intervenuto alla Sala Tersicore contestualizzando concetti di grande interesse legati al dialetto veliterno e alle caratteristiche stesse della popolazione e della sua storia.

L’evento si è concluso con un rinfresco offerto e con le foto ricordo di rito, a cominciare da quella più importante che ha visto il prof. Mastrostefano posare con la sua famiglia, nipoti compresi, intervenuta al completo per impreziosire un momento di grande rilevanza.

 



Archives by Month:


Archives by Subject:


Archives by Year:

  • 2018
  • 2017
  • 2016
  • 2015
  • 2014